読者の皆様  "Delicious Space" (美味しい空間)へ、ようこそ。ここでは、イタリアローマの食と旅に関する出来事、素晴らしいワインとの出会い、新しい発見や喜び、その他さんさんと太陽の輝くローマでの様々な出来事など最新情報を皆様に発信していきたいと思います。
また、2015年11月からはOLiVO & La Cantina Cancemi スタッフの最新情報やオリーブオイルソムリエスタッフのオリーブオイルについての話、ワインソムリエスタッフのワインについて語りたい事なども発信していきます。
"Delicious Space" とは、決まった場所ではありません。どこでもいいのです。大好きなおばあちゃん家の台所、いつも行くスーパーの通路、深夜の図書館で猛勉強中に一息入れる際のおやつ、思いがけない不意なキス、薫り高い朝のコーヒー、など。私にとって"Delicious Space" とは、食を通して自分に喜びや感動を与えてくれる空間です。そんな瞬間をこのページを通して、「食の路」を皆様と一緒に旅することを楽しみにしております。
- CANCEMI CORPORATION-
live. love. OLiVO.


Readers:
It gives me great pleasure to welcome you to this blog, a "delicious space" where I look forward to sharing tales of food and travel adventures, romances with wine, new discoveries and delights, and everything else under this splendid Roman sun.
A "delicious space" may be anywhere; your grandmother's kitchen, a supermarket aisle, a midnight snack in the college library, a stolen kiss, a freshly brewed pot of coffee. To me, a "delicious space" is anyplace where a meal evokes an emotion that brings joy and excitement. I hope to share these moments with you through this blog and invite you to join me as I navigate the glorious culinary paths of my life.
- tc -
live. love. OLiVO.

A chat with Marco Oreggia (English & Italian)
This winter, I sat down for a chat with Marco Oreggia regarding the 2012 Flos Olei guidebook to Extra Virgin Olive Oil...

TC>> What are the highlights of this year's guidebook and how are they different from previous years?
Quali sono i punti di forza della guida di quest'anno e, se ci sono, quali le differenze rispetto agli anni passati?

MO>> Le novità della nuova edizione della guida sono innanzitutto l’ampliamento del panorama mondiale con l'aggiunta di una regione, la quattordicesima, in Spagna (la Galizia) e di un paese, l'Etiopia (per cui le nazioni presenti in Guida diventano 43). A proposito della Spagna, infatti, ti ricordo che i due maggiori paesi produttori, Spagna e Italia, sono gli unici suddivisi per regioni e quindi comprendenti anche le introduzioni delle singole regioni. A proposito dell'Etiopia, credo sia interessante fare un breve cenno al fatto che il progetto di un'attività olivicola in loco sia un’iniziativa connotata dalla forte carica umanitaria e di solidarietà sociale, visto che è mirata al miglioramento delle condizioni di vita degli agricoltori e delle donne (impiegate nella raccolta delle olive) che a quanto pare sono "la spina dorsale" dell'economia del paese... Molto interessante il "boom" in Guida dei produttori giapponesi. Abbiamo pubblicato ben 7 realtà produttive giapponesi che hanno mandato oli buoni, che hanno superato brillantemente la selezione del panel. Poi, sempre come novità, c’è da menzionare un nuovo testo, posto nelle pagine iniziali, che riguarda l'olivicoltura nel mondo: è una panoramica dei maggiori paesi olivicoli, con tabelle sulle Dop/Igp e sui dati statistici europei e mondiali. Infine, nella parte riguardante le schede delle aziende, accanto all'etichetta, abbiamo ampliato il ventaglio di simboli che sintetizzano le specifiche della singola azienda: abbiamo inserito un simbolo riguardante la produzione di oli extravergine Dop, Igp, Bio. E poi un altro simbolo riguardante il buon rapporto qualità-prezzo. Flos Olei inoltre può contare anche su un’unica versione per le applicazioni iPhone e iPad delle quali si potrà scaricare, a scelta, la versione Mondo, la versione Europa, quella Italia o la versione gratuita dei "The Best 20".

One of the highlights of the new edition of the guidebook is the increase of the global panaroma with the addition of a 14th region in Spain (Galizia) and the addition of a new country, Ethiopia (which makes the total number of countries represented in the guidebook now 43). With regards to Spain, I remind you that only the two major countries of production, Spain and Italy are subdivided into regions, each with its own introduction. Eith regards to Ethiopia, I believe it is interesting to recognize their “in loco” activities which is an initiative brought about by a strong humanitarian component and social solidarity, seen by the improvement in agriculturaral conditions and women in the field (who harvest the olives) who are the backbone of the countries economic growth.... Also very interesting is the “boom” in the guidebook of Japanese producers. We have published and recognized seven Japanese producers who have sent us very good olive oil and brilliantly passed the selection and judging of the panel. Also worth mentioning is a new text at the beginning of the guidebook with regards to the international world of olive oil production: it is an overview of the major olive oil production countries, with a table of Dop/Igp and international and European statistics. With regards to the page of every producer, next to the image of the label, we have increased the number of symbols that summarize each company, also specifying if the olive oil is Dop, Igp, Bio, and price-quality ratio. Flos Olei is also an iPhone and iPad App, where one can choose various versione of the Application; World, Europe, Italy, or The Best 20.

TC>> Were there any surprises regarding this year's Best 20?
C'e' stata qualche sorpresa sui The Best 20?

MO>> La nostra classifica “The Best 20” conferma la crescita di nazioni come il Portogallo (Cooperativa de Olivicultores de Valpaços), la Croazia (OPG Giancarlo Zigante) e la Francia (Société Civile d'Exploitation Agricole La Tortue - Château Taurenne). Quest’anno abbiamo premiato come “Frantoio Emergente” un’azienda argentina (Nordik Star); mentre la Spagna è sempre sulla cresta dell’onda, aggiudicandosi ben tre premi. Inoltre per la prima volta viene premiata un’azienda italiana ligure (Azienda Agricola Domenico Ruffino) e una del Trentino (Frantoio Riva del Garda).

This year's The Best 20 shows and confirms the growth of certain countries such as Portugal (Cooperativa de Olivicultores de Valpaços), Croatia (OPG Giancarlo Zigante), and France (Société Civile d'Exploitation Agricole La Tortue - Château Taurenne). This year, we awarded the “Best Emerging Olive Mill” to an Argentinian producer (Nordik Star), while Spain is always on the top of the wave, receiving three awards. Furthermore, for the first time, an award was given to a Ligurian producer ( Azienda Agricola Domenico Ruffino) and Trentino producer (Frantoio Riva del Garda)

TC>> How did you enter the world of olive oil tasting?
Come sei entrato nel mondo dell'olio di oliva?

MO>> Sono entrato nel mondo dell’olio extravergine di oliva dopo aver fatto la “gavetta” nel mondo della ristorazione, nel ristorante romano di famiglia, dal 1985 al 1994. Considera che già nel 1988 avevo il carrello e la carta degli oli! Questo te la dice lunga sulla mia passione e precocità in questo settore… Nel 1995 poi ho cercato di incanalare questo mio interesse in qualcosa di più strutturato a livello professionale e ho seguito un corso COI per diventare esperto assaggiatore. Nel 2001 esce la prima edizione de L’Extravergine, la Guida curata da me e pubblicata da un piccolo editore italiano, prima aperta soltanto alle aziende italiane, dal 2005 a quelle di tutto il mondo. L’Extravergine diventa nel
2010 Flos Olei, un progetto a più ampio respiro avente come fulcro sempre la guida, internazionale e in doppia lingua, pubblicata da me (sono diventato editore) e curata sempre da me, con l’ausilio di Laura Marinelli.

I entered the world of extra virgin olive oil after years of working through the ranks of a family-owned Roman restaurant from 1985 to 1994. In 1988, I already had a wagon of bottles and a menu of just olive oil! This shows my long passion and precocity in this field... in 1995, I sought to channel my interest in a more structured and professional way, and completed a course with COI (Consiglio Oleico Internazionale, or International Olive Council) to become an expert taster. In 2001, the first edition of L'Extravergine was released, which I curated and was published by a small Italian editor, first with just Italian producers but eventually, from 2005, also international producers. In 2010, L'Extravergine became Flos Olei, a more comprehensive project, though still in essence an international guidebook, in two languages, published by myself (I myself became an editor), curated by me, with the help of Laura Marinelli.

TC>> How do you differentiate the olive oils you have at home? At what point did you begin to use
different olive oils for different dishes?
In che modo differenzi gli oli che usi a casa? Quando hai iniziato usare diversi oli per diversi
piatti?

MO>> Differenzio gli oli che uso a casa a seconda del loro fruttato, che può essere leggero, medio o intenso. Per fruttato si intendono le sensazioni olfattive e gustative che, per l’appunto, possono essere di diversa intensità. Questo perché il livello di fruttato va calibrato a seconda del piatto che abbiamo davanti. Useremo un olio dal fruttato leggero su un piatto delicato, mentre un olio dal fruttato medio o intenso è più adatto ad accompagnare pietanze più saporite. Da sempre ho fatto questo, da che ho iniziato a studiare in modo approfondito questa materia. Inoltre c’è da considerare
che io ho la fortuna di avere a disposizione oli provenienti dai due emisferi del mondo, per cui posso
sempre consumare olio fresco!

I differentiate the use of olive oil depending on its fruitiness; light, medium or intense. By “fruity” one intends the olfactive and taste sensations, that can be different in intensity. This is because the level of fruitiness is judged by the type of dish we have in front of us. I would use a light fruity oil for a delicate dish, while a medium or intense oil is more adapted to accompany dishes with more flavor. I've always done this, since the first days I began studying this material. I am very fortunate to have olive oils from all over the world that I am able to taste fresh!

TC>> What recommendations do you have for olive oil pairing with Japanese dishes, such as sashimi (raw fish), tofu, or soy sauce-based dishes?
Che tipo di raccomandazione hai per abbinare l’olio di oliva con i piatti Giapponesi, come sashimi (pesce crudo), tofu crudo, o piatti a base di salsa di soia?

MO>> Le raccomandazioni coincidono con quanto spiegato prima, ovvero il segreto è usare un olio dal fruttato leggero su un piatto delicato, mentre un olio dal fruttato medio o intenso su cibi più esaporiti e strutturati. Per esempio su un sashimi di pesci più delicati, come spigola o ricciola, consiglierei un olio dal fruttato leggero; mentre sul tonno un olio dal fruttato intenso. La cucina giapponese ha diverse preparazioni che prevedono la frittura, di pesce o di verdure: in questo caso, per le fritture, consiglio l’utilizzo di un olio dal fruttato leggero.

My recommendations coincide with my earlier response (above), the secret being using a light fruity olive oil with a delicate dish, and a medium or intense oil with a more structured or flavorful dish. For example, for sashimi of delicate fish such as amberjack or bass, I would use a light fruity oil, while for tuna, I would use a more intense oil. There are many different kinds of fried Japanese food, of fish and vegetables: in this case, for fried dishes, I would recommend a light fruity olive oil.

TC>> What is your message for our Japanese patrons at OLiVO?
Hai qualche messaggio per i nostri clienti di OLiVO?

MO>> Continuare a seguire le novità di Flos Olei e soprattutto fare uso di olio extravergine di oliva di qualità eccellente, per le sue doti salutistiche e per le qualità gastronomiche.

Please continue to follow the updates of Flos Olei, and above all, use only extra virgin olive oil of the highest quality, for health benefits and taste.
| オリーブオイル | 23:59 | - | -